IT

 

 

novembre 2023

“The Education divide” e i suoi effetti sulla società

Numerosi studi mostrano che uno dei più significativi fattori previsionali del successo accademico di una persona è la classe sociale alla quale appartiene.

Image

Focus

Questo dato ci mostra che la disparità educativa inizia a manifestarsi fin dall’infanzia e che con fatica chi inizia ad accusare un deficit educativo riesce poi a recuperare il terreno perduto.

Si tratta di un problema che nasce da oggettive condizioni di disagio economico, ma non solo; spesso, infatti, coinvolge minori che non sono in condizione di povertà materiale ma vivono limitazioni nella libertà di accesso e di scelta in differenti ambiti di esperienza culturale. Attività come andare a teatro, ad esempio, o visitare un sito archeologo, ma anche semplicemente un museo, non sono alla portata, o comunque non vengono svolte da una maggioranza di ragazze e ragazzi italiani sotto i 17 anni.

Appare dunque evidente come l’impossibilità ad accedere a risorse economiche, cognitive e culturali abbia poi ricadute sulla società, limitando le opportunità di inserimento dei giovani nel mondo del lavoro e alimentando fenomeni come quello dei NEET (Not in Employment, Education or Training) che, dati ISTAT alla mano, nel 2023 riguarda oltre 4,2 milioni di italiani fra i 15 e i 24 anni, dato che sale a più di 5,7 milioni nella demografica fra 15 e i 34.

Creare le condizioni perché i giovani abbiamo la possibilità di apprendere e sviluppare le proprie capacità sta diventando oggi una responsabilità sociale che molte aziende e organizzazioni abbracciano per offrire ai giovani l’opportunità di perseguire le loro passioni e competenze, dando il loro migliore contributo alla nostra società a prescindere dall’estrazione sociale. Ne va del futuro di tutti.

Stati Generali della Scuola Digitale

Il 24 e 25 novembre hanno luogo a Bergamo gli Stati Generali della Scuola Digitale, il più importante appuntamento italiano dedicato alla condivisione, alla riflessione e al dibattito sulle tematiche dell’istruzione, educazione e apprendimento nella società digitale.

La manifestazione riunisce l'intero ecosistema scolastico italiano per offrire una visione del futuro digitale dell'istruzione. Ha l’obiettivo di favorire lo scambio tra tutte le parti coinvolte, dando nuove prospettive della didattica dentro e fuori l’aula, dell’uso consapevole delle tecnologie, delle politiche del lavoro, trattando temi come il benessere digitale, la protezione dei dati e dei minori e tanto altro.

La manifestazione vede presente il Ministero dell’Istruzione e Merito con uno spazio dedicato all’incontro e allo scambio di idee con le scuole italiane, mentre il programma della due-giorni prevede oltre 40 eventi fra sessioni plenarie, workshop, dibattiti, incontri di relazione e networking, laboratori esperienziali. Fra i nostri clienti, parteciperà anche quest’anno MR Digital che ha un focus sul mondo Education.

Tre domande a

  • Carolina Bargoni
    Global Communication Director, Stevanato Group


Nella tua carriera hai ricoperto ruoli nel marketing communication di settori che spaziano dalla tecnologia al terzo settore al farmaceutico. Quali differenze e punti di contatto hai trovato?

Fin dall’inizio della mia carriera a guidarmi è stata la curiosità ad esplorare più aspetti possibili della comunicazione, per questo ho sempre sfruttato l’opportunità di lavorare in diversi settori. Le differenze sono tante (target audience, prodotti, regolamentazioni), la principale è la finalità della comunicazione: nel settore hi-tech l’obiettivo è far capire che l’efficienza e la produttività aziendale possono migliorare anche grazie a soluzioni tecnologiche avanzate. Nel terzo settore la comunicazione si concentra sulla raccolta fondi (da privati, istituzioni, aziende) e sulla sensibilizzazione. Nel settore farmaceutico – riferendomi sempre all’area B2B e quindi all’intera supply chain del mercato pharma – l’obiettivo più importante è comunicare il ruolo chiave che ogni attore gioca nel garantire l’integrità del farmaco avendo come fine ultimo la salute del paziente.

Aspetto comune a tutti è prima di tutto il modus operandi: comunicare sempre con etica, trasparenza e accuratezza in un contesto socioeconomico dove il cliente, anche in ambiente B2B, è sempre più consapevole e attento agli effetti e alle conseguenze che le scelte – proprie e dei suoi partner – hanno sulla società e l’ambiente. Altro fattor comune è comunicare avendo sempre in mente il cliente, identificarsi con le sue esigenze e focalizzarsi il più possibile sulle soluzioni di cui ha bisogno.

Con l’emergere di nuove piattaforme e tecnologie, vedi affermarsi nuove tendenze?

Sì, tra i tanti nuovi trend le aziende stanno adottando sempre più un approccio multicanale utilizzando una combinazione di messaggi, video, social media, chat per raggiungere il proprio pubblico – con approccio “glocal” - su diverse piattaforme con una comunicazione sempre più personalizzata ad ogni utente - grazie all’aiuto di dati e AI - migliorando così l’engagement, talvolta puntando anche su interazione e coinvolgimento diretto dell’utente finale (pensiamo alle community).

Raccontaci di un progetto del quale sei particolarmente orgogliosa.

Sicuramente il progetto di re-branding aziendale di Stevanato Group grazie al quale abbiamo creato un tone of voice unico e riconoscibile proprio del Gruppo per migliorare la percezione, la rilevanza e la differenziazione del nostro brand in termini di messaggi e value proposition. Questo è stato possibile grazie alla fantastica collaborazione della mia squadra, di cui sono estremamente fiera e orgogliosa: per me, infatti, non c’è soddisfazione più grande che vedere il mio team lavorare in modo sinergico perseguendo lo stesso obiettivo e sentendosi parte di un piano più grande.

News dal mondo social

YouTube, la lotta alla disinformazione e il supporto al giornalismo

Il Social Media di Google ha annunciato l’arrivo di una nuova sezione dedicata all’informazione e un piano dedicato alla diffusione di video news di testate giornalistiche. YouTube definisce il piano “Multi-format news watching experience” con un posizionamento esplicito in contrasto col fenomeno delle fake news.

34 previsioni sul social media marketing nel 2024

Andrew Hutchinson, Content e Social Media Manager di Social Media Today, pubblica ogni anno dal 2021 le sue previsioni sui trend Social Media, con una percentuale di successo di circa l’80%. Ha rilasciato di recente le prediction per il 2024, suddivise per canale. Segnaliamo, tra le altre previsioni, un uso sempre più intenso dell’AI su Meta, un boost ai video stream su LinkedIn e l’espansione dell’e-commerce su TikTok.

I molteplici volti della Generazione Z

Il magazine Webboh e l’Istituto di Ricerca Sylla hanno presentato Webboh Lab, il primo osservatorio digitale permanente della Gen Z. I risultati della ricerca “I molteplici volti della Generazione Z” sono disponibili qui. È emerso che le piattaforme che mancherebbero di più ai giovanissimi se non potessero più utilizzarle sono WhatsApp e Instagram, seguite da TikTok e YouTube.

News dal mondo dell'editoria

L'utile di Rcs MediaGroup sale a 27,8 milioni nei nove mesi

Rcs MediaGroup ha registrato nei primi nove mesi ricavi per 606,8 milioni (da 620,2 milioni dello stesso periodo 2022) con ricavi pubblicitari in crescita a 239,7 milioni (da 238 milioni). Per il gruppo 970 mila abbonati digitali

Editori e librai al governo: appello per la conferma del fondo speciale da 30 milioni per le biblioteche

Confermare per il 2024 e rendere quindi strutturale per gli anni a venire il fondo speciale di 30 milioni alle biblioteche. È la richiesta avanzata dall’Associazione Italiana Biblioteche (AIB), l’Associazione Italiana Editori (AIE) e l’Associazione Librai Italiani (ALI-Confcommercio) al Governo. Senza questi fondi ogni anno ci sarebbero due milioni di nuovi libri in meno a disposizione dei lettori

A Paola Gallo la direzione editoriale di Einaudi. Ecco come si riorganizza la casa editrice

Paola Gallo assumerà la responsabilità della Direzione Editoriale Einaudi. A Paolo Repetti la Direzione Generale Stile Libero, mentre Francesco Colombo ricoprirà la carica di Direttore Editoriale Stile Libero

In Italia le lettrici sempre più in netta maggioranza rispetto ai lettori, in particolare tra i più giovani: la ricerca di Feltrinelli

Torna il Rapporto dell’Osservatorio sul Futuro dell’Editoria (di Fondazione Feltrinelli e Gruppo Feltrinelli). Stando alla ricerca, in libreria (nello specifico, nelle librerie Feltrinelli) è sempre più forte la presenza delle donne. In particolare, le adolescenti leggono nettamente di più dei loro coetanei.

La Sicilia, il presidente del Palermo Calcio Dario Mirri verso l'acquisto del quotidiano catanese

Voci sulla cessione del quotidiano ‘La Sicilia’ al presidente del Palermo Calcio: sono in corso trattative tra Mario Ciancio Sanfilippo e Deloitte per la possibile cessione del quotidiano catanese La Sicilia.

Best practice

Intelligenza artificiale, opportunità per la Diversity & Inclusion - Quando D&I fa rima con AI: l’intelligenza artificiale applicata a una nuova concezione del lavoro

Questo il titolo del talk organizzato da SAP Italia per la maratona #4Weeks4Inclusion di TIM con Federica Gambel, Direttore Marketing MR Digital, Founder Coder Kids, Francesca Gervasoni, HR Business Partner Hub EMEA, ABB, Pietro Iurato, HRD Lead Italy & EMEA, SAP e la giornalista Eva Perasso.

L’evento si è tenuto presso Ambienti di Apprendimento 4.0 di MR Digital a Milano e si può vedere qui: Evento SAP Italia.

Una sintesi: “Nuove e dirompenti tecnologie, mentre generano opportunità straordinarie per l’economia, le aziende e le persone, scatenano sempre grandi discussioni su temi etici e valoriali e sulla loro influenza sulla società e sulla cultura. Ma ciò che sopravvive al primo ciclo di ideazione e sperimentazione si basa su quanto bene viene applicata la nuova tecnologia. In altre parole, la nuova tecnologia crea entusiasmo, ma solo se correttamente applicata è in grado di rivoluzionare. È quello che sta avvenendo per l’Intelligenza Artificiale (IA), una delle tecnologie più importanti oggi e del prossimo futuro. Nell'evento organizzato da SAP, responsabili HR di aziende tecnologiche ed esponenti del mondo dell’educazione si confronteranno per parlare dell’impatto dell’IA nell’area delle Risorse Umane, evidenziando benefici e sfide e casi d’uso già applicati, e di quali sono a monte le competenze necessarie per poter gestire questa nuova ondata di innovazione in modo responsabile ed etico”.

Parola del mese

Demistificare il gergo
Povertà educativa
La “povertà educativa” viene definita come “la privazione da parte dei bambini, delle bambine e degli/delle adolescenti della possibilità di apprendere, sperimentare, sviluppare e far fiorire liberamente capacità, talenti e aspirazioni”. In passato, la valutazione della povertà tra i minori era infatti limitata al solo aspetto economico, focalizzandosi sul reddito e la ricchezza dei genitori. Tuttavia, tale misura non coglie appieno tutti gli elementi della privazione infantile, trascurando le cruciali opportunità di sviluppo educativo, fisico e socio-emotivo. La povertà educativa è strettamente collegata a quella economica, poiché le difficili condizioni finanziarie impediscono a molti giovani di accedere alle stesse opportunità dei coetanei provenienti da contesti più favorevoli. Un'offerta educativa di qualità potrebbe interrompere il ciclo negativo della povertà, colmando le disparità nel sistema scolastico e allocando risorse aggiuntive nelle aree più colpite dalla privazione materiale ed educativa..

Aggiornamenti

Imageware entra a far parte del network Brands2Life Global, un team di agenzie di comunicazione per brand che stanno rivoluzionando il panorama globale. Attualmente, il network Brands2Life Global opera in oltre 20 Paesi. Scopri di più sulla nostra nuova partnership in questa intervista ai founder di Imageware, Marco Franceschi e Grazia Bruschi.