18 aprile 2013

Canonical e VMware collaborano per abilitare il cloud OpenStack con tecnologie VMware

Le due aziende lavorano per consentire ai clienti di utilizzare OpenStack con il supporto delle tecnologie di virtualizzazione di livello enterprise di VMware

Milano, 18 aprile 2013 - Canonical e VMware, leader globale nella virtualizzazione e nell’infrastruttura cloud, hanno annunciato oggi una collaborazione che consentirà alle aziende di implementare le tecnologie VMware, tra cui VMware vSphere ® e Nicira NVP, con distribuzione OpenStack da parte di Canonical.

Ubuntu, l’ infrastruttura cloud di Canonical, la più utilizzata per la distribuzione di OpenStack, ora include        i plugin necessari per utilizzare OpenStack con vSphere e NVP. Canonical fornirà il supporto commerciale per OpenStack e collaborerà con VMware sugli aspetti relativi all’esecuzione di vSphere o NVP su OpenStack. Inoltre, VMware conferma il suo supporto a Ubuntu come sistema operativo guest pienamente supportato su vSphere.
Questo accordo consentirà ai clienti di ottenere la flessibilità necessaria a implementare il cloud OpenStack in modo affidabile grazie all’infrastruttura cloud Ubuntu su VMware vSphere e ricevere allo stesso tempo           il supporto commerciale necessario.

"Mantenendo la promessa di fornire il supporto a VMware vSphere ® in OpenStack e collaborando con Canonical  per sostenere i nostri clienti comuni, offriamo al cliente la possibilità di scegliere, fornendo          una piattaforma solida a chi è interessato al cloud OpenStack", afferma Joshua Goodman, Vice Presidente, Product Management vSphere di VMware. "La tecnologia Ubuntu di Canonical è ampiamente utilizzata da chi implementa OpenStack e i clienti che abbiamo in comune d’ora in poi potranno sfruttare contemporaneamente le capacità comprovate dell'infrastruttura vSphere sulla quale hanno già investito".

In occasione del lancio della nuova infrastruttura "Grizzly"di OpenStack, lo scorso 4 aprile, VMware ha contribuito al codice per aggiungere al progetto OpenStack Compute (nome in codice "Nova") il supporto di vSphere. Questi contributi sono fondati sulla leadership attuale di VMware nel progetto OpenStack Networking (nome in codice "Quantum"), che è focalizzato su Nicira NVP.
Canonical e VMware collaboreranno negli ambiti del software testing, automazione del deployment assistenza ai clienti e  realizzazione dei progetti . Inoltre, VMware continuerà a garantire il supporto a Ubuntu come sistema operativo guest su vSphere che consente ai clienti di gestire i propri carichi di lavoro con             i livelli più elevati di densità delle macchine virtuali sulla piattaforma hypervisor più prestigiosa  e comprovata del mercato.

"I clienti che operano nei mercati enterprise e carrier desiderano poter implementare OpenStack in modo collaborativo rispetto all’infrastruttura vSphere VMware che hanno già adottato” ha dichiarato Chris Kenyon,  senior vice president, Sales and Business Development di Canonical. "L’offerta congiunta fornirà una soluzione completamente supportata e certificata per le infrastrutture cloud OpenStack che utilizzano l’hypervisor VMware per le funzioni di calcolo, unendo vSphere con la distribuzione OpenStack di Ubuntu ".


Risorse aggiuntive:

● Ulteriori informazioni su VMware al OpenStack SUMMIT
● Segui VMware su Twitter e Facebook e VMware Italia su Twitter
● Ulteriori informazioni su offerta cloud di Ubuntu sul sito ubuntu.com / cloud

Imageware srl - Via Moretto da Brescia, 22 - 20133 Milano - Tel. +39 02.7002.51 Fax + 39 02.7002.540 P.I.08529480157 - e-mail info@imageware.it
Group Company: Img Internet