13 giugno 2012

Compuware User Experience Management (EUM) riduce la complessità per il web 2.0, il Mobile e le Streaming Application

Compuware UEM semplifica la gestione delle performance su Internet, permettendo ai clienti di ottimizzare l’End User Experience e ridurre il livello di abbandono dei siti

Compuware, multinazionale leader nel mercato software e servizi per la gestione e il funzionamento ottimale delle applicazioni IT, annuncia la soluzione di UEM più ampia e più flessibile per portare al limite la complessità. La piattaforma APM Spring Release introduce una nuova generazione di UEM con innovazioni per la prima volta disponibili che aiutano organizzazioni grandi e piccole a ottimizzare le proprie applicazioni fornendo la visione più ampia delle prestazioni Internet, andando a individuare esattamente i problemi che hanno un impatto sul business e sui tassi di conversione.
Le aziende oggi devono affrontare uno scenario complesso e in continuo movimento quando hanno a che fare con la gestione delle performance e delle business critical applications. Contenuti web sempre più ricchi, applicazioni streaming  e mobile computing aumentano questa complessità ,” ha dichiarato Jim Rapoza, Senior Research Analyst di Aberdeen Group. “La combinazione di codice client side application, dispositivi e browser, i responsabili IT devono lottare per capire l’impatto delle performance delle applicazioni sul business dell’azienda e per portare queste applicazioni a un alto livello di produttività.”
Rapoza dichiara inoltre: “il 57% delle aziende cita il passaggio alla mobility come l’elemento principale nelle proprie iniziative APM. Il 62% dichiara di avere in programma l‘implementazione di strumenti per gestire le performance delle applicazioni mobile e il 72% prevede di implementare soluzioni che usino dati reali per capire le performance delle applicazioni. Aberdeen vede una crescente domanda verso prodotti come APM Spring Release che combinano il monitoraggio in tempo reale con il monitoraggio sintetico per moderne applicazioni, promettendo un percorso verso la maturità.”
Le moderne applicazioni sono assemblate dinamicamente in Internet o nella rete del carrier, nel browser dell’utente o nelle applicazioni mobile. La complessità at the edge spaventa, con i code frameworks del web 2.0, applicazioni mobile native, applicazioni streaming, servizi cloud e di terze parti, smartphone, tablet, browser, sistemi operativi, ISPs, operatori mobile e variabili più dinamiche che hanno un impatto sulla user experience. Questa crescente complessità sta guidando la necessità per un APM di nuova generazione.
L’EUM di Compuware gestisce le sfide del delivery delle moderne applicazioni, consentendo ai clienti di misurare e ottimizzare le performance at the edge of the internet con il primo monitoraggio real user sia dai browser che applicazioni mobile native.  Le funzionalità di Compuware UEM di nuova generazione includono:
• Analitycs per EUM e performance per applicazioni mobile e browser che consentono ai clienti di:
o Identificare rapidamente e risolvere problemi legati alle performance che portano gli utenti ad abbandonare la transazione
o Quantificare l’impatto sul business di performance delle applicazioni scarse attraverso una visibilità unica dei pagamenti (transaction payload)
o Gestire proattivamente la user experience per demographic attraverso la più ampia gamma di analitycs delle performance; consentendo la notifica, l’isolamento e l’ottimizzazione anche dei problemi più complessi
• Interfaccia visuale facile da comprendere: integrando le mappe della soddisfazione dell’utente mobile e browser per identificare facilmente gli hot spot  delle performance per aree e multiple edge dimensions
• Visibilità in tutti gli aspetti delle performance delle applicazioni mobile: incluse le azioni degli utenti nell’applicazione mobile, correlata alla geografia, al dispositivo, all’operatore mobile, alla potenza del segnale, alla CPU, alla batteria e altro.
• Il più completo e accurato sistema di misurazione dell’esperienza utente dal punto di vista del browser:  con una misurazione precisa delle azioni e dei tempi di latenza lato cliente, basata sul ruolo chiave di Compuware nel W3C, in cui la società guida le definizioni API delle specifiche di tempo di navigazione del W3C
• Visibilità di tutti i click per frame work chiave AJAX/JavaScript: compreso ExtJS, GWT, ZK, jQuery e dojo, fornendo metriche uparalleled per il monitoraggio della user experince e del comportamento degli utenti
• Visibilità delle transazioni con la tecnologia PurePath: fornisce insight senza paragoni sull’esecuzione dell’applicazione per tutti i browser e i dispositivi, compresi dettagli di code-level, incidenti e cronologia.
• Auto-identificazione delle prestazioni delle terze parti: permettendo ai clienti di identificare velocemente i problemi delle terze parti e gestire in maniera proattiva i service level agreement
• Lo streaming più completo delle media capabilities:
o Supporto Apple HLS e Adobe HDS  per i più recenti format di streaming
o Nuove metriche per la qualità del servizio che permettono ai clienti di diagnosticare velocemente i problemi di streaming
• Modello di deployment UEM veloce e flessibile: sia Saas che on premise, che consente ai clienti di ottenere valore in termini di minuti senza tener conto del modello di deployment scelto.
“La realtà si sta trasformando verso una nuova generazione di applicazioni, ha dichiarato Claudia Dent, Vice President of product management della business unit Compuware APM. “A differenza delle applicazioni del passato che giravano solo nei nostri data center, le moderne applicazioni eseguono codice su diversi dispositivi, richiamando spesso servizi da una varietà di provider terze parti in Internet.  A complicare il tutto, i nostri clienti modificano le proprie applicazioni più frequentemente che in passato, mentre i loro utenti continuano ad aspettarsi un tempo di risposta sempre minore. I clienti guardano a noi per un nuova e più completa soluzione UEM che permetta loro di garantire disponibilità, ottimizzare le performance e capire il comportamento degli utenti e l’impatto di business. Il monitoraggio sintetico continua a essere importante per l’eccellenza operazionale, ma l’UEM è l’unica via per controllare l’Internet edge e ottenere un nuovo livello di business insight.”
 

Imageware srl - Via Moretto da Brescia, 22 - 20133 Milano - Tel. +39 02.7002.51 Fax + 39 02.7002.540 P.I.08529480157 - e-mail info@imageware.it
Group Company: Img Internet