23 giugno 2015

Secondo il benchmark sull'eGovernment 2015 pubblicato dalla Commissione Europea occorre una maggiore trasformazione digitale dei servizi pubblici europei per realizzare il Mercato Unico Digitale dell’Unione Europea

Solo un sito web pubblico su quattro è mobile friendly

Le autorità pubbliche europee stanno progredendo nel rendere disponibili online i servizi a vantaggio dei cittadini e delle imprese. I progressi, tuttavia, sono lenti e frammentati. Questo è uno dei principali risultati della 12ª edizione del report sulla misurazione dei servizi europei di eGovernment, pubblicato oggi dalla Commissione europea e realizzato dal Gruppo Capgemini, uno dei principali fornitori al mondo di consulenza, tecnologia e outsourcing, insieme con i suoi partner. Personalizzazione e spostamento del focus dal livello nazionale a un livello europeo sono un passo chiave per i Paesi europei quando si tratta di fornire servizi pubblici e liberare il pieno potenziale di un Mercato Unico Digitale nel prossimo futuro.

Quest'anno il benchmark sull’eGovernment, che ha monitorato oltre 10.000 siti web di tutti i Paesi membri dell'Unione Europea, si è focalizzato ancora sulla centralità dell’utente nel suo percorso attraverso vari eventi della vita come l'avvio di un'impresa, perdere e trovare un posto di lavoro, e studiare. Il rapporto rivela che l'Europa sta migliorando in maturità digitale per i servizi online: sono disponibili più informazioni e servizi, e ci sono più opportunità di ricevere supporto, aiuto e feedback online.

Leggi qui il comunicato stampa

Imageware srl - Via Moretto da Brescia, 22 - 20133 Milano - Tel. +39 02.7002.51 Fax + 39 02.7002.540 P.I.08529480157 - e-mail info@imageware.it
Group Company: Img Internet