31 maggio 2007

È l'ora del benessere, è l'ora del gelato artigianale

Lo svela una ricerca condotta da Nielsen, dalla quale emerge che l'87% delle persone consuma il gelato. Di queste, l'86% consuma gelato artigianale, percentuale che rappresenta un livello di penetrazione pari a quello di prodotti a larga diffusione come yogurt, brioches confezionate. Inoltre, sempre più mamme preferiscono il gelato artigianale alle merendine per i propri bambini.

Una ricerca condotta da Nielsen per conto di AIIPA, Acomag e SIGEP nel periodo gennaio-febbraio 2007 su un campione di 17.000 individui d'età superiore ai 14 anni, svela quali sono gli atteggiamenti degli italiani nei confronti del gelato artigianale. Ne emerge un popolo di veri appassionati, che assegna a questo alimento una particolare importanza nelle proprie abitudini alimentari, che è in grado di valutarne con competenza caratteristiche di gusto e nutrizionali e non a caso lo sceglie anche come merenda adatta ai bambini.

Alimento di consumo comune
Sicuramente questa "nuova" e positiva presa di posizione nei confronti del gelato artigianale – consumato da 3 italiani su 4 con più di 14 anni – corrisponde un'importante presenza nelle abitudini di consumo degli Italiani, con una penetrazione poco sotto al livello di importanti mercati alimentari quali quelli dello yogurt o delle brioches confezionate. Gli Italiani, inoltre, più attenti rispetto alla media internazionale, alla verifica dei valori nutrizionali degli alimenti che mangiano, prestano attenzione anche alle apposite tabelle esposte nelle gelaterie, in particolare se si recano in una gelateria dove non sono mai stati.

Gelato artigianale, meglio di una merendina
Ben il 94 % dei consumatori di gelato artigianale, infatti, concorda sul fatto che per i bambini sia meglio mangiare un gelato artigianale piuttosto che una merendina confezionata. Questa affermazione è coerente con molti altri interessanti dati emersi dalla ricerca, dai quali esce un ritratto assolutamente positivo di questo alimento: scende notevolmente la percentuale di chi si sente in colpa nel mangiare gelato pensando che faccia ingrassare (solo 27% dei consumatori di gelato artigianale), così come una bassa percentuale di intervistati crede ancora che consumato dopo i pasti possa interferire con la digestione (23% dei consumatori di gelato artigianale).

I valori nutrizionali
Del resto, è noto ormai che il gelato artigianale sia un alimento con un'ottima proporzione tra proteine, carboidrati/zuccheri, grassi e viene per questo scelto dagli sportivi come spuntino pre e post allenamento, con preferenze per i gusti alla frutta o alla crema a seconda delle discipline e del tipo di sforzo richiesto.

Afferma il prof. Michele Carruba, noto nutrizionista: "Il gelato artigianale è un alimento a tutti gli effetti, per cui può essere consumato in ogni momento della giornata se si tiene conto dei suoi macroelementi nutrizionali (carboidrati, proteine, lipidi) da valutare nel programma alimentare quotidiano. È un cibo che ben si adatta al caldo, proprio perché, degustato con calma, facilita la digestione e non appesantisce, non avendo un elevato apporto calorico".

Imageware srl - Via Moretto da Brescia, 22 - 20133 Milano - Tel. +39 02.7002.51 Fax + 39 02.7002.540 P.I.08529480157 - e-mail info@imageware.it
Group Company: Img Internet