31 luglio 2007

Gelato si, ma gli italiani "comprano" anche la gelateria

Dalla nuova ricerca Nielsen emerge che, specie per i consumatori più moderni e informati, le caratteristiche del punto vendita sono essenziali quanto le caratteristiche del gelato: qualità del servizio, igiene e informazioni sugli ingredienti. E il consumatore "ripaga" con la sua fedeltà.

Una ricerca condotta da Nielsen per conto di AIIPA, Acomag e SIGEP, nel periodo gennaio-febbraio 2007 su un campione totale di 17.000 individui d'età superiore ai 14 anni, svela quali sono gli atteggiamenti degli italiani nei confronti del gelato artigianale: ne emerge un popolo di veri appassionati, che assegna a questo alimento una particolare importanza nelle proprie abitudini alimentari, che è in grado di valutarne con competenza caratteristiche di gusto e nutrizionali e che osserva con attenzione anche quelle del punto vendita in cui lo acquista e la qualità del servizio offerta da quest'ultimo.

La gelateria detiene, infatti, un ruolo chiave in questo specifico settore: il 66% dei consumatori, e tra questi soprattutto coloro appartenenti alle fasce maggiormente istruite ed economicamente abbienti, ha una propria gelateria di fiducia (addirittura il 17% frequenta "solo" quella), scelta non basandosi solamente sulla qualità del prodotto venduto, ma anche guardando con attenzione alla pulizia e all'igiene del locale.

E il rapporto di fiducia che i gelatieri sono in grado di instaurare con i propri clienti è talmente importante da influenzare persino le abitudini dei consumatori nel leggere con più o meno attenzione le tabelle degli ingredienti: infatti, quando ci si reca nel "proprio punto vendita" l'interesse per i dettagli sulla composizione e lavorazione del gelato scende, perché non si mette neanche in discussione la qualità degli ingredienti utilizzati, la bontà del prodotto e la professionalità dell'artigiano; cresce, invece, se si va in una gelateria non frequentata abitualmente. Dal 13% dei consumatori che legge sempre le informazioni esposte, si passa al 19% di quelli che vi pongono particolare attenzione quando entrano in un punto vendita non conosciuto. Tra le informazioni ritenute "molto interessanti", figurano ai primi posti gli ingredienti (36%) e le informazioni su eventuali allergie o intolleranze (32%).

Nel complesso, alla maggior parte dei consumatori piace una vetrina con tanti gusti tra cui scegliere (75%), possibilmente durante tutto l'anno (73%); il "gelato ideale", secondo la maggior parte dei consumatori (65%) dovrebbe essere conservato all'interno di vaschette metalliche (più affidabili igienicamente di quelle di plastica), presentandosi esteticamente come una montagna cremosa (76%) e decorato a mano (72% dei consumatori).

Un altro dato interessante emerso dall'indagine è che la preferenza per il gelato artigianale aumenta in proporzione al crescere del livello di istruzione e di reddito e, sempre secondo la ricerca Nielsen, sale maggiormente anche l'interesse per la sperimentazione di nuovi gusti, che in generale riscontra più consensi nei giovani rispetto alle fasce mature, tradizionalmente più conservatrici anche in altri settori del food and beverage.

Chiude bene la Dott.ssa Claudia Baroni, Survay Consultant Nielsen: "I consumatori non sembrano disposti a transigere sulla qualità: il ruolo riconosciuto alla gelateria è tale per cui gli amanti del gelato artigianale sono persino disposti a rinunciare al consumo di gelato se questo non è prodotto in maniera ottimale. Un monito prezioso per tutti i gelatieri d'Italia.

Imageware srl - Via Moretto da Brescia, 22 - 20133 Milano - Tel. +39 02.7002.51 Fax + 39 02.7002.540 P.I.08529480157 - e-mail info@imageware.it
Group Company: Img Internet