Il libro di Stefano Maruzzi "La fine dell'era del buon senso"

Tutto quello che c’è da sapere per operare in un mondo tecnologico dove il buon senso non è più sufficiente

On line su tutti gli store nazionali e internazionali


maruzziCome comprendere il cambiamento in atto in questi anni caratterizzato da una costante, massiccia adozione di tecnologia da parte di un numero sempre maggiore di abitanti del pianeta? Come capire cosa sia più conveniente, utile e interessante dell’innovazione che permea la vita di tutti i giorni per singoli, famiglie, organizzazioni e aziende? Come orientarsi tra termini, tecnologie, trend e prodotti spesso capaci di sorprendere per la facilità con cui eseguono operazioni complesse senza essere necessariamente degli esperti? 

Queste sono alcune delle domande da cui si muove l’analisi di Stefano Maruzzi, esponendo le proprie riflessioni – spesso concepite durante i numerosi spostamenti aerei - sul nostro futuro: idee, spunti e scoperte fatte nella vita di tutti i giorni, collegate e connesse in una grande mappa che ci delinea il presente e il “come viviamo” e ci prospetta uno scenario futuro.


Per la prima volta l’umanità si trova nella condizione di analizzare processi decisionali di qualsiasi genere – dai più semplici ai più complessi – usando strumenti nuovi, accessibili a chiunque e in grado di descrivere la realtà circostante in modo molto più chiaro e preciso che in passato. Ecco perché la nostra si potrebbe definire una “fase storica di passaggio” da uno scenario collettivo dove il buon senso era spesso l’unico strumento a disposizione verso una condizione di maggiore “precisione” nel modo di comportarsi e prendere decisioni.


In questo momento oltre due miliardi di persone sono collegate a Internet attraverso dispositivi di varia natura e questo numero è destinato a crescere. Siamo quindi una IP Society, una società dove ciascuno di noi è teoricamente identificato e raggiungibile attraverso un indirizzo IP, il protocollo di funzionamento di Internet. Le forze tecnologiche alla base di questo scenario sono costituite dai dati, dalla connettività e dalla capacità di calcolo. Mettendo insieme questi tre ingredienti di base si arriva a ottenere quanto sperimentiamo e viviamo ogni giorno quando scambiamo messaggi attraverso un cellulare, apprendiamo notizie attraverso notifiche e noleggiamo o acquistiamo film ad alta risoluzione da vedere su tablet.


La massiccia adozione di tecnologia ha delle inevitabili ripercussioni sull’ordinamento sociale e sul funzionamento delle collettività. Il concetto di stato è in qualche modo messo in discussione o quantomeno bisognoso di modifiche per rimanere al passo con comportamenti individuali e collettivi fortemente condizionati dall’impiego di tecnologie avanzate. 
Con un occhio critico attento e acuto, Stefano Maruzzi evidenzia alcuni aspetti di questa fase di passaggio, legati principalmente alle problematiche connesse alla privacy in un mondo dove la tecnologia diventa predominante.

Twitta #finebuonsenso


Link al sito: http://www.lafinedelleradelbuonsenso.com/

Imageware srl - Via Moretto da Brescia, 22 - 20133 Milano - Tel. +39 02.7002.51 Fax + 39 02.7002.540 P.I.08529480157 - e-mail info@imageware.it
Group Company: Img Internet